Architetture di terra in Italia

28,41

Tipologie, tecnologie e culture costruttive

Mauro Bertagnin
presentazione di Hubert Guillaud
con testi di Maddalena Achenza e Clelia Mungiguerra

spedizione in 24 – 48 ore

L’architettura di terra cruda in Italia rappresenta un patrimonio di grande importanza, comparabile per qualità e rilevanza a quello di altri Paesi europei e vive oggi una stagione di rivalutazione e progressivo recupero. Il testo è un manuale che può essere anche inteso come una guida al patrimonio italiano di edifici in terra cruda in una prospettiva di un approccio sostenibile all’abitare e al costruire che auspicabilmente dovrebbe connotare l’habitat del terzo millennio.

Le tre sezioni del volume propongono un apparato conoscitivo di base per una comprensione integrata del patrimonio architettonico italiano in terra cruda (Fondamenti), una lettura tipologica, tecnologica e delle culture costruttive del variegato patrimonio regionale (Tradizione regionale) e un primo quadro interpretativo dei caratteri del degrado e delle strategie di recupero oggi in atto (Recupero).

Gli esempi di edifici nelle diverse regioni vengono illustrati sia con foto che con piante e spaccati assonometrici, ulteriori schizzi e disegni illustrano le diverse fasi del cantiere di costruzione completando esaurientemente le informazioni fornite dal testo.

La presentazione è di Hubert Guillaud, esperto internazionale e ricercatore presso il laboratorio Cratérre-EAG (Centre International de la Construction en Terre, École d’Architecture de Grenoble).

INDICE

Presentazione
Introduzione

FONDAMENTI
Sezione prima

Costruire in terra: tipologia, tecnologia e cantiere nella tradizione costruttiva vernacolare italiana
Urbanità e ruralità della casa di terra in Italia / La civilizzazione del crudo: dall’appropriatezza della terra come matriale locale alla tipologia edilizia

La terra cruda: un materiale appropriato per l’architettura vernacolare italiana
Aspetti terminologici / Clima, casa in terra e culture costruttive / Terra cruda e gerarchie di materiali / Suoli adatti alla costruzione in terra cruda

Archeologia e storia della costruzione in crudo in Italia
Conoscere e riconoscere la terra cruda: dalla tecnologia vernacolare alle potenzialità di innovazione tecnologica
La terra cruda: generalità / Prove tecnologiche e riconoscimetno delle terre / Modi di costruzione: la tradizione costruttiva / Adobe / Bauge-Cob / Pan de bois-Torchis-Colombage-Terra paglia / Pisè

Modi costruzione: l’innovazione tecnologica
Adobe / Pisé stabilizzato / Terra-paglia / Blocchi di terra compressa / Stabilizzazione

TRADIZIONE REGIONALE
Sezione seconda

Piemonte: dalle trunere della Frascheta alle costruzioni in adobe dell’astigiano
Liguria: cabanne e selle
Lombardia: le ca’ de tron e le cascine
Trentino Alto Adige: dall’opus craticium alle Fachwerkhaus
Veneto: i casoni della bassa pianura
Friuli Venezia Giulia: i casoni della pianura friulana
Emilia Romagna: dai capanni alla casa in terra delle partecipanze
Toscana: dagli etruschi a Del Rosso
L’Umbria della terra pestonata
Marche: dalle pagliare agli atterrati
Abruzzo: lu mastre e la casa a tterra
Lazio: dall’agger terreus carinarum ai fraticci
Campania: le dimore temporanee ion legno e terra
La Basilicata delle casedde
Puglia: la terra come intonaco
La Calabria delle brestare
Sicilia: dalle mura di Gela alla pietra e tayu
Sardegna: su làdiri e la casa di terra campidanese
Le altre regioni

RECUPERO
Sezione terza

Elementi di patologia edilizia dell’architettura in terra italiana
Fattori di degrado / Fondazioni / Murature / Solai e coperture / Intonaci e finiture
L’attualità del recupero. Tra degrado, conservazione e innovazione

Bibliografia

Documentari e video / Documentazione-siti internet / Unità di ricerca attive in università italiane sull’architettura di terra

Informazioni aggiuntive

ISBN

978-88-86729-14-7

formato

17 x 24 cm

pagine

320