In offerta!

Illegale al 90%

25,00 15,00

Forme instabili della strada

Claudia Marcon
prefazione di Alessandra Marin
postfazione di Giovanni Cobellini

spedizione in 24 – 48 ore

Questo libro guarda alla strada come spazio pubblico, luogo di confronto ed espressione individuale, di interazione sociale e dell’esperienza collettiva. Tutte funzioni e “campi di possibilità” minacciati dalla crescente preponderanza delle esigenze della circolazione e dalle conseguenti necessità di regolazione e controllo, che hanno fatto della strada uno spazio monofunzionale e rigido, nel quale i comportamenti ammessi sono sempre più ristretti e sorvegliati. Una situazione la cui “insostenibilità” ha determinato molteplici reazioni spontanee, processi di riappropriazione, azioni dimostrative e movimenti autorganizzati capaci di porre da un lato la questione di un uso differente e aperto dello spazio pubblico e di elaborare dall’altro un’ampia gamma di strategie “progettuali” innovative ed efficaci. Questi comportamenti e azioni contrarie al senso comune, ai margini della legalità, se non decisamente illeciti, mostrano infatti una paradossale attitudine a restituire valore collettivo agli spazi della circolazione, rendendoli più amichevoli e partecipati e, in definitiva, migliorando la qualità della vita delle comunità che li usano. La ricerca esplora un vasto campo di contributi per lo più informali e verifica la loro capacità di apportare nuove idee alla disciplina del progetto, nel tentativo “far emergere” dall’illegalità modi e forme delle pratiche d’uso dello spazio pubblico, che vengono pensati come strategie e azioni fertili.

INDICE

Common ground, common good
Alessandra Marin

Introduzione
Le motivazioni della ricerca
Uno spazio minacciato
Obiettivi
Alla ricerca di un metodo
La struttura

Proprietà
Appropriazione
Città, performing arts e arti ambientali
La riappropriazione della città.
Interventi di Ugo la Pietra

Controlli
Spazio
Movimento

Abusi
Attivismo digitale

Relazioni
Luoghi dell’azione
Protagonisti e utenti delle azioni
Autori
Atlante
Cronologia
Carattere
Forme della comunicazione
Ruolo
Forme della contestazione
Emersione dall’illegalità
Strategie
Strumenti
Parole chiave

Riusi
Low profile
Networking
Riutilizzare le idee
Manipolare

In mezzo alla strada
Giovanni Corbellini

Bibliografia

Sitografia

Claudia Marcon
Si laurea in Architettura nel 2007, con una tesi che indaga sulla possibilità di ripensare lo spazio della strada perché fruito non solo come luogo di transito, ma soprattutto come spazio pubblico. Nel 2012 consegue il titolo di Dottore di ricerca in Scienze Integrate per la Sostenibilità Territoriale. Nel 2007 fonda lo studio Stradivarie architetti associati (www.stradivarie.it) che si occupa di progettazione, spaziando dalla scala territoriale alla progettazione di dettaglio, trovando una naturale espressione professionale nel progetto urbano e di paesaggio, che diventa il laboratorio per sperimentare strategie e modalità di trasformazione della città contemporanea.

Informazioni aggiuntive

ISBN

978-88-96386-45-3

formato

17 x 24 cm

pagine

192

Carrello Prodotto rimosso. Annulla
  • Il carrello è vuoto.
error: Contenuto protetto.