Laboratorio del paesaggio urbano

15,00

Analisi storico morfologica del quartiere di Castello in Cagliari

Carla Deplano

spedizione in 24 – 48 ore

L’interesse a indagare attraverso le fonti e l’iconografia storica la genesi dello spazio urbano è finalizzato a comprendere le ragioni insediative che hanno dato forma e attribuito funzioni di rango alla città di Cagliari in epoca medioevale. Attraverso l’analisi storico archivistica prende forma lo spazio insediativo che diede inizio alla “configurazione urbana limitata” caratteristica del Castellum Castri. La ricerca rappresenta il tentativo di riconoscere componenti ed invarianti che in un particolare momento storico hanno dato luogo ad uno spazio sociale urbano che, nonostante i forti condizionamenti della morfologia del sito, rappresenta l’esito delle visioni strategiche dei dominatori e delle istanze dell’edilizia privata. Il volume, in particolare, ricostruisce il processo insediativo attraverso uno studio approfondito della documentazione archivistica di età pisana e la successiva comparazione con i documenti catalani relativi alla compravendita degli immobili appartenuti ai Pisani, delineando la genesi delle principali componenti del paesaggio urbano e avanzando ipotesi circa l’impianto tipomorfologico del tessuto urbanistico della struttura insediativa residenziale.

INDICE

Introduzione

1. L’INSEDIAMENTO DEL CASTELLUM CASTRI
Dalle origini alla conquista pisana
1.1 Geografia e geomorfologia dell’area
1.2 La città e il suo colle: storia degli studi e delle scoperte
1.3 Le fonti – Il Castello dall’età comunale agli Aragonesi
1.4 L’ordinamento comunale pisano del Castellum Castri

2. LA CITTÀ PISANA
2.1 Le mura
2.1.1 Gli stemmi
2.2 I percorsi
2.3 Il tessuto urbano
2.4 Il Castello e le sue pertinentiae, forme e paesaggi della città
2.5 Gli edifici religiosi
2.6 L’edilizia pubblica
2.7 L’edilizia privata
2.8 I cimiteri

3. POPOLAZIONE E ATTIVITÀ
3.1 Gli abitanti del Castello: status sociale e condizioni di vita
3.2 Le attività e gli impianti artigianali
3.3 L’approvvigionamento idrico
3.4 I reperti: produzioni locali e importazioni

4. Note conclusive
Tavola delle abbreviazioni – Fonti – Riferimenti bibliografici

Carla Deplano
Laureata presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” in Lettere Classiche con orientamento archeologico medievale. Ha conseguitoil Dottorato di Ricerca Europeo in “Antropologia, Storia medievale, filologia e letterature del Mediterraneo Occidentale” in relazione alla Sardegna presso l’Università di Sassari. Insegna Lettere e Storia dell’Arte ed è specializzata nel Corso di Storia dell’Arte della S.S.I.S. I campi d’interesse della ricerca sono rivolti all’analisi storico archivistica ed antropologica dei tessuti insediativi storici finalizzata alla ricostruzione dello spazio sociale ed alla identificazione delle relazioni intercorrenti tra beni identitari, storico culturali e comunità locale.

Informazioni aggiuntive

ISBN

978-88-86729-92-5

formato

17 x 24 cm

pagine

160

Carrello Prodotto rimosso. Annulla
  • Il carrello è vuoto.
error: Contenuto protetto.