La diagnostica per gli edifici storici

25,00

Metodi non distruttivi e tecnologie innovative per la valutazione e il controllo

Mariella De Fino, Fabio Fatiguso

La valutazione e il controllo del patrimonio costruito storico si avvalgono di metodi e tecniche che, pur ampiamente indagati e sperimentati in ambito tecnico-scientifico, pongono tuttora sfide complesse di ricerca sotto il profilo procedurale in ragione della continua evoluzione normativa e del crescente sviluppo di sistemi e soluzioni a elevato contenuto tecnologico. In tale quadro, il percorso delineato nel volume procede dalla strutturazione complessiva del processo conoscitivo alle fasi peculiari di analisi e diagnosi, al fine di esplicitare livelli decisionali, finalità e criteri con cui la diagnostica può concorrere all’approfondimento della conoscenza e alla formulazione di un giudizio critico sulla consistenza e conservazione del manufatto storico. Vengono, quindi, affrontate specifiche questioni metodologiche ed operative, in termini di protocolli sperimentali per tecniche consolidate di diagnostica non distruttiva in situ, quali riprese termografiche, scansioni radar e prove microsismiche, e prospettive di sviluppo di tecnologie digitali innovative per la fruizione e gestione mediante ambienti e modelli fotorealistici in realtà virtuale.

INDICE

Introduzione

1. Conoscenza e diagnosi degli edifici storici
La conoscenza nel progetto di restauro e recupero
Il processo diagnostico: finalità e macro-fasi
Strumenti di supporto decisionale
Dalla conoscenza di base alla gestione dell’intervento
Il piano delle indagini

2. Metodi non distruttivi per la riqualificazione e diagnostica in situ
La diagnostica non distruttiva in situ
Rilievi termografici
Scansioni radar
Prove microsismiche
Modello metodologico per la programmazione, applicazione e validazione di PND

2.1. Termografia attiva
Metodi sperimentali e analitici per la progettazione della prova
Applicazione dimostrativa
Validazione dei risultati

2.2. Tomografia sonica, ultrasonica e radar
Finalità di indagine
Procedure operative in situ
Acquisizione, elaborazione e restituzione delle misure

2.3. Palazzo della Dogana Vecchia, Molfetta (BA)
Caso studio
Scansioni radar per la caratterizzazione e la verifica di interventi di
consolidamento in strutture murarie
Interpretazione dei risultati

2.4. Complesso “Duca degli Abruzzi”, Bari
Caso studio
Protocollo di indagine sperimentale su elementi strutturali in pietra artificiale
Prove ultrasoniche, magnetometriche, radar e video-endoscopiche per la
qualificazione e controllo dello stato di conservazione

3. Tecnologie innovative per la condivisione e gestione delle informazioni
I dati diagnostici: condivisione e integrazione
Metodi e strumenti di restituzione digitale del patrimonio
Tecniche fotogrammetriche per la modellazione 3D
Approccio multi-scalare alla diagnostica innovativa in realtà virtuale

3.1. La fotogrammetria digitale e il controllo del danneggiamento su nuvole di punti
Reverse Engineering
Digital Image Processing
Monitoraggio nel tempo

3.2. Ambienti e modelli fotorealistici a supporto dell’approccio HBIM
I modelli HBIM
Nuvole di punti e mesh poligonali per la modellazione parametrica HBIM
Mappe del degrado per l’attribuzione di proprietà e dati in HBIM
Integrazione di prodotti digitali fotorealistici in HBIM

3.3. Palazzo Palmieri, Monopoli (BA)
Caso studio
Tour virtuale
Contenuti in VR/AR

3.4. Complesso della SS. Trinità di Venosa (PZ)
Caso studio
Costruzione del modello 3D fotogrammetrico
Elaborazioni color-based su nuvola di punti
Elaborazioni texture-based su mesh poligonale
Limiti e potenzialità di applicazione

Bibliografia ragionata

Mariella De Fino
Ingegnere Edile e Dottore di Ricerca in Ingegneria Edile, abilitata al ruolo di Professore di II fascia nel macrosettore 08/C1 “Design e Progettazione Tecnologica dell’Architettura”, è docente a contratto dei corsi di Architettura Tecnica (Laurea in Ingegneria Civile e Ambientale) e Tecnologia delle Costruzioni Sostenibili (Laurea magistrale in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio) presso il Politecnico di Bari.

Fabio Fatiguso
Professore Ordinario di Architettura Tecnica presso il Politecnico di Bari, insegna Recupero e Riqualificazione degli Edifici nel Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria dei Sistemi Edilizi ed è Responsabile Scientifico del Laboratorio di Tecnologie Edilizie BTLAB del Dipartimento DICATECh.

Informazioni aggiuntive

formato

22 x 22 cm

pagine

192

ISBN

978-88-96386-92-7

collana

Ti potrebbe interessare…